Antonella Stirati risponde alle critiche sulla Lettera degli economisti, mentre Marco Musella mette in evidenza le affinità  della Lettera con le tesi di Giovanni Sartori, che, sul Corriere della Sera del 25 giugno, aveva puntato il dito contro la finanziarizzazione dell’economia. Tutto ciò mentre Vendola convoca gli stati generali delle Fabbriche di Nichi il 16,17, 18 luglio a Bari e – volontariamente o involontariamente – scatena le polemiche. Sul Manifesto del 16 luglio una mail di Stefano Sylos Labini sintetizza il disagio e i malumori della sinistra per l’assenza di tutti gli economisti che negli ultimi mesi hanno alimentato il Nuovo Dibattito sull’economia post-crisi. In modo sorprendente, nei seminari della Fabbrica di Nichi spuntano nomi legati alle solite tendenze vetero-americane.

Redazione
redazione@nomail.nomail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.