Un articolo di Daniele Scalea su l’Huffington Post

La contestazione più frequente in cui incappa chi critica l’attuale modello economico del capitalismo finanziarizzato  è quella secondo cui non vi sarebbe comunque alcuna alternativa preferibile o misura concreta che si possa prendere per cambiare lo status quo. Non è così. Ad esempio Giorgio Ruffolo e Stefano Sylos Labini, nel loro Il film della crisi, pubblicato esattamente un anno fa da Einaudi, hanno accennato a una possibile soluzione basata sul concetto di moneta complementare (leggi tutto…).

Redazione
redazione@nomail.nomail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.