Archive for: Jobs act

Ecco un’ideona per rilanciare la domanda. Report Mediobanca

Ecco un’ideona per rilanciare la domanda. Report Mediobanca

Un articolo di Laura Magna su Formiche.net Proposte, numeri e scenari contenuti in un studio messo a punto dalla squadra di analisti di Mediobanca Securities capitanata da Antonio Guglielmi Certificati di Credito Fiscale (Tcc) per supportare la crescita italiana. L’idea arriva dalla squadra di analisti di Mediobanca Securities capitanata da Antonio Guglielmi. Ma cosa […]

 
 

Produttività, miti da sfatare

Produttività, miti da sfatare

di Felice Roberto Pizzuti Pensare che i salari pagati in ciascuna azienda debbano dipendere dalla produttività  dei rispettivi lavoratori, come vuole il progetto di finanziaria del governo, non solo non corrisponde alla realtà  del modo di funzionamento dei sistemi economici, ma comunque non costituirebbe un legame tra retribuzioni e “meriti” […]

 
 

Ministero buffo e i dati veri del jobs act

Ministero buffo e i dati veri del jobs act

 di Marta Fana Il Mini­stero del Lavoro si era sba­gliato, facendo lie­vi­tare di 1.195.681 il numero di con­tratti avviati al netto delle ces­sa­zioni tra gen­naio e luglio di quest’anno. Un errore cla­mo­roso, che non può essere giu­sti­fi­cato come svi­sta nei cal­coli data la sua entità  e che lo staff di Poletti cor­regge […]

 
 

Governo, bilanci di fine anno

Governo, bilanci di fine anno

 di Paolo Pini e Roberto Romano Dal Jobs Act alla legge di stabilità  2015, passando per la presidenza italiana del semestre europeo, il bilancio dell’azione di governo dopo 10 mesi è molto magro. In Italia occorrono azioni per una politica redistributiva. A iniziare da un intervento sul sistema fiscale che […]

 
 

Gallino: “Il Jobs Act? Una pericolosa riforma di destra”

Gallino: “Il Jobs Act? Una pericolosa riforma di destra”

Intervista a Luciano Gallino di Giacomo Russo Spena su Micromega, 2 dicembre 2014 Il sociologo boccia nettamente il provvedimento del governo che sta per diventare legge: “Non arginerà  la piaga della precarietà  né rilancerà  l’occupazione. Siamo alla mercificazione del lavoro. Renzi continua le politiche di destra di taglio ai diritti. […]

 
 

Jobs act, una pensata da camerieri

Jobs act, una pensata da camerieri

Adesso è tutto chiaro. Dopo aver ascoltato Yoram Gutgel, il sedicente guru economico di Renzi ospite ieri sera dalla Gruber, non ci sono più dubbi: soltanto uno stuolo di camerieri poteva allestire quella pubblica messa in scena di servilismo chiamata jobs act. La presunta ricetta per rilanciare l’economia attraverso licenziamenti […]

 
 

Gli effetti nefasti del Jobs Act

Gli effetti nefasti del Jobs Act

di Luciano Gallino Uno dei principali esiti del Jobs Act, a danno dei lavoratori, sarà  la liquidazione di fatto del contratto nazionale di lavoro (cnl), in attesa di una legge “” di cui il governo parlerà, sembra, a gennaio “” che ne sancisca anche sul piano formale la definitiva insignificanza […]

 
 

Politica industriale, la grande assente

Politica industriale, la grande assente

 di Claudio Gnesutta Fondo cassa/Nessun investimento pubblico per investire nel settore e affrontare le questioni occupazionali. L’unico obiettivo sono le privatizzazioni Al di là  della valutazione di quanto espansiva risulterà, la Legge di stabilità  2015 in approvazione al Parlamento ha un buco evidente. In essa non vi è alcun segnale […]

 
 

Tfr in busta paga: un magistrale esercizio di marketing politico

Tfr in busta paga: un magistrale esercizio di marketing politico

di Guglielmo Forges Davanzati Il dibattito di politica economica in Italia ha subìto una fortissima accelerazione nel corso dell’ultimo mese sui temi della “riforma” del mercato del lavoro. A fronte del fatto che pressoché tutti i commentatori concordano che non si crea lavoro con un tratto di penna, occorre chiedersi […]

 
 

Il lavoro non è un mercato

Il lavoro non è un mercato

di Paolo Pini Le politiche di austerità  e di precarietà  espansiva hanno improntato la politica economica europea attuata quasi in contemporanea nei vari paesi. L’esito è stato che i debiti sono aumentati, la crescita del reddito si è azzerata e quella dell’occupazione è divenuta negativa. Negli anni della crisi, la politica […]