Archive for: crisi

Luigi Pasinetti: alcuni ipotesi controfattuali sulla presente crisi

Luigi Pasinetti: alcuni ipotesi controfattuali sulla presente crisi

di Luigi Pasinetti Nonostante l’ottimismo di maniera di chi ci governa, la crisi è tutt’altro che finita. Morde sul lavoro, sui pubblici bilanci, addirittura sull’euro. Troppi economisti ci hanno rassicurato dicendo che in fondo si trattava solo di una increspatura di superficie: presto sarebbe tutto ripreso come prima. E oggi […]

 
 

Le involuzioni degli economisti del lavoro

Le involuzioni degli economisti del lavoro

di Amedeo di Maio e Ugo Marani Come in tutte le saghe che si rispettino, è difficile precisare quando divampò l’inizio della fine, ovvero quando gli studiosi sociali del mercato del lavoro cominciarono a far danno alla comprensione dei processi macroeconomici. L’inizio non era stato malvagio: la trattazione manualistica della […]

 
 

Rethinking Macroeconomic Theory Before the Next Crisis

Rethinking Macroeconomic Theory Before the Next Crisis

di Marc Lavoie, INET 23 settembre 2016 While many countries throughout the world have faced severe financial crises over the last decades, and while the Japanese stagnation and the 1997 Asian financial crisis did induce some additional interest for the introduction of banking and finance in macroeconomic theory, it is […]

 
 

Siamo nella società  della conoscenza. Ma siamo chi?

Siamo nella società  della conoscenza. Ma siamo chi?

di Francesco Sinopoli La crisi ha portato clamorosamente alla luce tutti i ritardi che il sistema economico italiano ha accumulato negli ultimi tre decenni, a cominciare da quello gravissimo che riguarda gli investimenti in ricerca, sviluppo e istruzione, individuato già  da tempo come causa della peculiare debolezza economica del nostro […]

 
 

La ripresa italiana è tutta da verificare

La ripresa italiana è tutta da verificare

 di Sergio Ferrari Innocenzo Cipolletta in un intervento sul Lavoce.info del 02/10/2015 affronta una questione che dovrebbe indurre a riprendere una discussione in materia di politiche economiche per lo sviluppo. In questa occasione interessa intanto segnalare le conclusioni che vengono tratte da Cipolleta: ““¦.risulta totalmente invertita la relazione che qualcuno avanza, ossia […]

 
 

Un’agenda per la sinistra (e non solo per Corbyn)

Un’agenda per la sinistra (e non solo per Corbyn)

di Mariana Mazzucato da Repubblica, 8 ottobre 2015 Sette economisti (fra cui Joseph Stiglitz, Thomas Piketty e la sottoscritta) hanno accettato di fare da consulenti economici per Jeremy Corbyn, il nuovo leader del Partito laburista britannico. Mi auguro che il nostro scopo comune sia aiutare il Labour a creare una […]

 
 

L’«efficienza» delle tasse sulla casa

L’«efficienza» delle tasse sulla casa

di Gianfranco Viesti Perché il governo ha deciso di cancellare le tasse sulla prima casa, anche e soprattutto agli italiani più abbienti? Proviamo a capirne le ragioni, punto per punto. Primo. E’ una decisione che va in senso opposto rispetto alle convinzioni più volte manifestate dal primo ministro e dal […]

 
 

Se e quale sviluppo nel DEF 2015 Aggiornato

Se e quale sviluppo nel DEF 2015 Aggiornato

di Sergio Ferrari Il dibattito sul successo delle politiche  economiche messe in opera dal nostro Governo, dovrebbe essere sottoposto ad una rilettura per consentire di capire come stanno effettivamente le cose. Nel tentativo di cogliere gli esiti elettorali e di trovare una conferma ad una politica economica, peraltro molto discussa […]

 
 

Prima o poi l’Italia si riprenderà ?

Prima o poi l’Italia si riprenderà ?

di Sergio Ferrari, Riccardo Leoni, Stefano Lucarelli, Paolo Pini e Roberto Romano La minore crescita del Pil nazionale rispetto alla media europea suggerirebbe molta cautela nell’analisi e nelle previsioni economiche. E’ da più di 20 anni che l’Italia non aggancia la “crescita” internazionale. Tutti gli istituti di ricerca concordano sul […]

 
 

Una domanda a Giavazzi e Alesina

Una domanda a Giavazzi e Alesina

 di Piergiorgio Gawronski Sul Corriere, dopo aver ricordato che in Italia “il Prodotto interno lordo scende da 13 trimestri”, i due alfieri del liberismo nostrano offrono la loro ricetta 2015.0 per “porre fine alla recessione”. E spiegano: “La riforma del mercato del lavoro non basta. Ci vuole anche più domanda”. Bene. […]