Most Recent

Come sono cambiate le classi sociali?

Come sono cambiate le classi sociali?

Così il Corriere della Sera sul Rapporto Istat 2017 17 maggio 2017 <<L’Istat vuole produrre sociologia. Aveva iniziato nel Rapporto dello scorso anno con lo studio dell’avvicendarsi delle generazioni, nel 2017 però l’istituto si è posto un obiettivo più ambizioso: riscrivere e aggiornare la mappa dei principali gruppi nei quali […]

 
 

La politica energetica nazionale

La politica energetica nazionale

  di Sergio Ferrari In Parlamento si è svolta la presentazione del documento in materia di politica energetica che dovrebbe concorrere, nella migliore delle ipotesi, alla formulazione di quel Piano energetico promesso da parte del Ministro dello Sviluppo e del Ministro dell’Ambiente. La battuta relativa alla “migliore delle ipotesi” vorrebbe […]

 
 

Le involuzioni degli economisti del lavoro

Le involuzioni degli economisti del lavoro

di Amedeo di Maio e Ugo Marani Come in tutte le saghe che si rispettino, è difficile precisare quando divampò l’inizio della fine, ovvero quando gli studiosi sociali del mercato del lavoro cominciarono a far danno alla comprensione dei processi macroeconomici. L’inizio non era stato malvagio: la trattazione manualistica della […]

 
 

Quale politica energetica (e di sviluppo) per il Paese?

Quale politica energetica (e di sviluppo) per il Paese?

di Sergio Ferrari In una Nota del Ministro per lo Sviluppo Economico pubblicata dall’ANSA del 4 maggio u.s. vengono fornite alcune indicazioni circa gli indirizzi che il Governo intende assumere in materia di politica industriale e di politica energetica. Su quest’ultima, in particolare, la Nota del Ministro indica che nella […]

 
 

Valentino Parlato. Grazie, Maestro

Valentino Parlato. Grazie, Maestro

  di Joseph Halevi. La prima volta che incontrai Valentino Parlato avevo appena 19 anni: deve essere stato nell’autunno-inverno del 1965, allorché la sezione del PCI del quartiere Salario a Roma, cui ero iscritto, organizzò una serie di interventi e dibattiti in vista dell’XI Congresso nazionale, che infatti si tenne […]

 
 

C’era una volta l’economia politica

C’era una volta l’economia politica

di Ugo Marani e Amedeo di Maio Quando ancora l’economia si fregiava dell’aggettivo qualificativo “politica” e la comunità scientifica usava dibattere sulle ipotesi di armonia-contraddizioni del mercato, si evidenziarono in Italia alcuni filoni interpretativi che si contrapponevano alla teoria neo-classica muovendo da assunzioni teoriche differenti. Il lettore che non sia […]

 
 

Paolo Sylos Labini ricorda Ernesto Rossi

Paolo Sylos Labini ricorda Ernesto Rossi

Convegno in ricordo di Ernesto Rossi. L’intervento di Paolo Sylos Labini inizia al minuto 21:30.  (Vedi sotto anche L’introduzione di PSL alla nuova edizione di Abolire la Miseria)   Fonte Radio Radicale:  Servizio d’archivio a cura di Aurelio Aversa: Ernesto Rossi       Miseria pag 1-24 f   (FSL ringrazia […]

 
 

The economist as an expert: a prince, a servant or a citizen?

The economist as an expert: a prince, a servant or a citizen?

di Alessandro Roncaglia Pubblicato su Institute for New Economic Thinking, 8 febbraio 2017 In his contribution to our ongoing series “Experts on Trial”, Alessandro Roncaglia argues that viewing economists as princes or servants of power is inherently authoritarian. We should instead see the economist as a socially and politically engaged […]

 
 

Marinella Azzone Sylos Labini

Marinella Azzone Sylos Labini

E’ serenamente mancata all’affetto dei suoi cari Marinella Azzone Sylos Labini, Ne danno il triste annuncio il figlio Francesco con Valeria, Elettra e Arianna che ricorderanno sempre il suo dolce e intelligente sguardo. Le esequie si svolgeranno a Roma martedì 7 febbraio alle ore 10.30 presso la chiesa di San Saturnino, […]

 
 

Il mea culpa degli economisti

Il mea culpa degli economisti

 Giacomo Becattini (pubblicato su Il Ponte) 1. Se c’è un periodo in cui gli economisti dovrebbero, non dico tacere, ma fare professione di umiltà, questo è l’attuale. Non perché non hanno previsto “questa” crisi, ma perché hanno seguito linee di sviluppo teorico, che hanno fatto dimenticare ai loro utilizzatori – soprattutto […]